Emozioni barocche a Cento: la mostra del Guercino è anche in rete

Con un progetto inedito l’amministrazione di Cento (Ferrara) omaggia il suo più rinomato concittadino artistico, il Guercino.

L’occasione è una mostra online che ne mette in risalto le qualità di illustre esponente barocco, e che prosegue con una modalità di fruizione diversa la rassegna dal vivo interrotta a marzo.

La novità riguarda la messa in rete di una selezione di opere, 27 dipinti e 20 disegni della sala blu della Pinacoteca San Lorenzo di Cento, e gli affreschi della vicina Rocca, le due sedi in cui si trova esposta ma non visitabile l’ultima rassegna dell’artista, nella sua città natale – Emozione barocca: il Guercino a Cento -.

guercino cento mostra

Un artista che fu sempre molto legato alla sua terra di nascita, che lo ha dal suo sempre “ricambiato”. E quest’ultima idea dell’amministrazione lo conferma una volta di più.

Nella pinacoteca di San Lorenzo trovano spazio alcune grandi opere eseguite dal maestro a Cento e nelle città prossime a Cento, quali l’Assunta con angeli e i santi Pietro e Girolamo, proveniente dalla Cattedrale di Reggio Emilia. Insieme ad altre di proprietà del comune, e ad altro materiale interessante, tra cui una collezione di disegni dell’autore che fanno capo alla Pinacoteca Civica. Altre realizzazioni provengono da collezioni private e istituti bancari. Completano questa porzione di mostra i lavori di tre “formatori” del Guercino, il bolognese Ludovico Carracci, e i ferraresi Carlo Bononi e lo Scarsellino.

Alla Rocca sono invece esposte le opere del periodo giovanile del Guercino, caratterizzate dalla maggior attenzione chiaroscurale e dall’influenza del tonalismo veneziano. Vi rientrano anche il ciclo decorativo che il Guercino e i suoi allievi hanno eseguito alla Casa Benotti a Cento, di recente acquisiti dal Comune e mai esposti al pubblico, insieme alle tele realizzate per alcune dimore signorili di Cento, e alla sua prima opera, realizzata all’età di 8 anni, la Madonna della Ghiara.

Il progetto, appena messo in rete proprio grazie al supporto di una realtà centese Photoactivity, consente di vivere un’esperienza a contatto molto stretto con le opere dell’importante nome del “primo manierismo”, tra scene religiose e paesaggi. E con assonanze di stile in alcuni casi molto esplicite con il maestro dello stile barocco, Caravaggio, che l’uso del chiaroscuro sottolinea, anche se impiegato in maniera differente.

Qui il il link per il tour nella Pinacoteca e alla Rocca, a cui si accede ruotando la posizione di 180°.

guercino - mostra cento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...