La BFF di Mantova guarda avanti e riparte il 17 luglio

È un nuovo sospirato inizio, con una programmazione per forza frammentata, quello che ha messo in pista l’organizzazione della prima Biennale della Fotografia Femminile (BFF) di Mantova a partire dal 17 luglio.

La proposta inedita nel panorama nazionale è pronta per partire, stavolta per davvero, dopo l’annullamento di tutto il palinsesto che era previsto inizialmente da marzo a maggio, saltato per effetto dell’emergenza sanitaria. Un lungo e complesso lavoro di preparazione di due anni che rischiava di essere completamente vanificato. Per fortuna così non è stato, e ci sarà modo già quest’estate di gustare alcuni dei progetti pronti, che verranno diluiti anche nel corso della stagione autunnale.

Restano quindi in cartellone tutte le tipologie di eventi previsti, dalle mostre di alcune grandi fotografe italiane e straniere focalizzate sul tema del lavoro, con i risvolti sociali annessi, alla sezione off accessibile tramite ‘call’, fino alle conferenze, alle letture portfolio passando per i workshop. Invariata anche la logistica, che coinvolgerà sia luoghi culturali simbolo della città virgiliana, da Palazzo Ducale alla Casa del Rigoletto, che gli esercizi commerciali.

delgado02
Una delle immagini da The New Woman, a cura di Adelaide Delgado

Una prima edizione del tutto particolare per il momento imprevisto, ma che l’associazione La Papessa, al timone della rassegna rosa del rullino insieme ad Alessia Locatelli, spera possa segnare l’avvio di una rinomata e apprezzata tradizione mantovana. Si parte quindi il 17 luglio alla Casa del Rigoletto, con una mostra collettiva che sintetizza bene l’essenza di questa edizione inaugurale, a cura di Adelaide Delgado (autrice dell’archivio online Catalogo delle Fotografe Cubane e dell’omonimo libro in corso di realizzazione), The New Woman, sulla costruzione identitaria della “nuova donna” nell’immaginario cubano.

Una carrellata di scatti di sei artiste che attraverso le loro fotoimpressioni, danno un assaggio di diverse storie attraversate dalle tematiche di genere, nel complesso scenario sociale cubano. Clicca qui per il resto della programmazione in continuo aggiornamento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...